SAN INVENZIO A GAGGIANO
SAN INVENZIO A GAGGIANO
Indirizzo: Piazza Teresio Ferraroni, Gaggiano MI
Il nucleo originario della chiesa risale al X-XI secolo, ma ne rimane soltanto il campanile, perché la chiesa venne riedificata nel XVII secolo, secondo le istruzioni borromaiche: venne mutato l’orientamento e la facciata fu disposta verso sud, fu ingrandita per raccogliere la popolazione gaggianese che nel frattempo era cresciuta. Ma già nel ‘700 la chiesa era in cattive condizioni e quindi si decise di ingrandirla ulteriormente e di renderla più solida. Nel 1758-9 fu edificata la cupola centrale, decorata con la “Glorificazione di S. Invenzio” e vennero rifatte a esedra le due cappelle laterali. Nel ‘900 viene realizzata tutta la decorazione pittorica del santuario: nel 1904 le pareti laterali della cappella maggiore con la “Carità di S. Invenzio” e la “Definizione dell’Immacolata”, entrambe di Giuseppe Riva e nel 1933 i Quattro Evangelisti sotto la cupola del milanese Albertazzi. Voltando le spalle all’altare maggiore, la prima cappella a destra è dedicata alla Vergine del Rosario (statua lignea del XVIII secolo ma abiti seicenteschi e l’affresco trecentesco della Madonna delle Grazie), quella a sinistra dedicata a S. Giuseppe. Le cappelle successive sono seicentesche: a sinistra quella dedicata a S. Antonio di Padova e a destra il battistero. Entrambe sono state decorate nel 1923 dal pittore Carelli. La facciata esterna in stile barocco risale al ‘600 e sopra i frontoni delle porte laterali ci sono quattro nicchie che ospitano le statue in stucco di S. Invenzio (vescovo di Pavia all’epoca di S. Ambrogio e fustigatore delle eresie) e S. ambrogio a sinistra, mentre S. Materno e S. Carlo Borromeo a destra.